Mark Cross
Mark Cross - Contemporary Realist Artwork

Mark Cross

 

Nato ad Auckland nel 1955, Mark Cross intraprese l’attività artistica ancora adolescente.  All’età di 23 anni si trasferì con la sua famiglia a Liku, il villaggio della moglie, sull’isola di Niue, e fu in questi primi anni che pose le solide fondamenta filosofiche e stilistiche della sua carriera di artista.  La presa di coscienza della natura istituzionale della scena artistica neozelandese e l’isolamento della sua nuova casa fornirono a Cross sia l’ispirazione che la mancanza di distrazioni di cui aveva bisogno per sviluppare un’opera altamente individuale.

Una volta compiuto questo passo, Cross tornò in Nuova Zelanda, nel 1982, allo scopo di trovare un mercato per il suo lavoro, e da allora si è affermato come uno dei più importanti artisti realisti del Sud Pacifico.

Cross risiede attualmente a Niue, e sebbene le sue opere siano assai specifiche nei loro dettagli, i riferimenti all’isola sono limitati all’uso di elementi locali per la creazione di un mondo immaginario e senza tempo in cui le sue figure mettono in mostra e in discussione le debolezze dell’umanità senza mai azzardarsi a fornire risposte.

Si tratta di un mondo in cui la prospettiva lineare della storia è stata sostituita alla ciclica comprensione del tempo, una comprensione che l’artista ha raggiunto grazie alla comunione con la natura a Niue. Le figure di Cross sono totalmente integrate con il paesaggio, e non si ha mai la sensazione che la natura sia dominata dall’umanità.  Ciò forma la base di una complessa filosofia che l’artista trasferisce nelle sue immagini e nel modo etereo, visionario in cui le sue opere ci mettono di fronte agli imperativi ecologici che tanto una piccola isola quanto l’intero pianeta sono chiamati ad affrontare.

Mark Cross ha infuso la sua arte di un’unicità che lo mette al riparo dai regionalismi così spesso associati al realismo, sostituendoli con una acuta e sensibile visione del mondo.  Nel corso degli anni Novanta l’artista si è avventurato in altre aree della produzione artistica, creando un parco di sculture nella foresta pluviale sita nella parte orientale dell’isola. Una sua collaborazione con la moglie e numerosi altri artisti, artigiani e musicisti ha dato vita al Tempio dell’abbondanza, un’installazione che ha girato l’Australia, la Nuova Zelanda e più recentemente Rarotonga all’interno di un container per trasporti. I dipinti di Cross restano tuttavia il fulcro della sua opera, e possono essere ammirati tra l’altro in molte collezioni private e commerciali in Oceania, America ed Europa.